Aumento delle tariffe per traduzioni tecniche

Ciao a tutti,
volevo discutere con tutti voi (e con chi ha più esperienza di me) su
un problema che mi sta preoccupando in questo periodo. Ho preso la
partita IVA da poco e, a inizio anno, ho chiesto gentilmente a alcuni
clienti, con cui collaboro strettamente da vari anni, di ritoccare un
pò la tariffa (non era stata aumentata da 2 o 3 anni). Mi è stato
risposto in malo modo, sembrava che chiedessi una cosa fuori dal
normale, che pretendessi troppo…e mi è stato detto che se non
accettassi la solita tariffa non mi avrebbero più chiamata…Ora vi
chiedo: come chiedere un aumento di tariffe con le buone maniere e
riuscire ad ottenere una risposta positiva?
Aspetto i vostri consigli.
Grazie mille.



0
Vote
Ti è piaciuto l'articolo “Aumento delle tariffe per traduzioni tecniche”?
Abbonati al feed RSS per seguirci articolo dopo articolo!

4 commenti su “Aumento delle tariffe per traduzioni tecniche”

  1. > come chiedere un aumento di tariffe con le buone maniere e
    > riuscire ad ottenere una risposta positiva?

    Ciao,

    ti consiglio di leggere l’articolo di Simon Turner all’indirizzo:

    http://www.turner.it/Tariffometro-Politica%20prezzi.htm#ComeStabilire

    dove, tra le altre informazioni utili, puoi trovare risposta alla tua
    domanda nel paragrafo

    “Come aumentare le proprie tariffe”.

    In bocca al lupo,

    Leonardo

  2. Rigiriamo un po’ (un pò?) il concetto. Sei tu che stablisci il tuo
    tariffario. Se il cliente non accetta, il cliente non avra` piu` la
    possibilita` di lavorare con te, non il contrario. E’ ora di smettere di pensare di noi stessi sempre come “i piccoli” e le agenzie/i clienti come “i grandi.”

    Per l’ennesima volta: non andremo mai e poi mai in un ristorante a dire: Ma ti darei 4 euro per quella pasta. Non andremo mai e poi mai dal dentista a dire: ti offro 20 euro per un controllo. All’idraulico che viene a casa, non diremo mai e poi mai, “Quest’anno la mia tariffa per gli idraulici è tot.”
    Perche’ allora sono i clienti a fissare le tariffe dei traduttori?

    >come chiedere un aumento di tariffe con le buone maniere e
    >riuscire ad ottenere una risposta positiva?

    Una risposta positiva non puoi sempre avere, ma un buon inizio sarebbe forse non chiedere, ma invece dire. Se qualcuno ti lascia, pace. Troverai un altro. (Perche’ hai un piano di marketing, no?) Se pensi davvero che loro (intendo le agenzie) non abbiano aumentato le loro tariffe negli ultimi 3 anni, stai fresco.

    Ovviamente, lo direi ai clienti con cortesia, spiegando loro il motivo e dando loro un bel periodo (3 mesi?) di avvertimento. Ma il costo della vita è in aumento, e ce n’è poco da fare.

  3. io ogni anno (oppure ogni due) a gennaio adeguo le mie tariffe
    all’inflazione, così non parlo di aumento (parola che nessuno ama) ma di “adeguamento”.

    In genere mi viene sempre accettato. L’aumento è minimo ma costante. E
    garantito.

    In bocca al lupo,

    Paola

  4. Ciao a tutti,

    direi che il nuovo tariffario lo dovrete inviare a novembre, di modo che i clienti possano a loro volta aggiornare il loro listino prezzi in tempo per l’anno nuovo.

    Se si arrivasse a metà gennaio dicendo: “ah, a proposito, quest’anno chiedo un euro in più a cartella”, allora le agenzie andrebbero nel “panico”, ma se lo si fa con il dovuto anticipo, allora avrete tempo per spiegarvi e negoziare, e loro per adeguare le proprie tariffe.

    Ciao, B.

Lascia il tuo commento su “Aumento delle tariffe per traduzioni tecniche”

`

Subscribe without commenting

`

Related Posts

 

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up