Dall’emergenza cultura all’emergenza democratica

dalla Sezione Traduttori del Sindacato Nazionale Scrittori

Da alcuni anni, come Sindacato Nazionale Scrittori (CGIL), insieme ad altre associazioni di categoria e sindacati, abbiamo dato vita a un coordinamento, denominato “EMERGENZA CULTURA”, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla deriva culturale del nostro Paese. Un coordinamento che, evolvendosi, come MOVEM09, ha promosso una moltitudine di iniziative contro i tagli, promossi dal Governo, ai finanziamenti alla cultura e al Fondo Unico dello Spettacolo (ultime a Venezia per il Festival del cinema).

Ciò però non è bastato. Il Ministro Brunetta, infatti, ha insistito, in modo anche polemico e offensivo, sulla necessità, tutta politica, di tali tagli, alzando il livello dello scontro.
Adesso, però, all’ emergenza culturale si è aggiunta quella democratica.

I ripetuti attacchi del Presidente del Consiglio, le campagne stampa orchestrate contro il direttore dell’Avvenire, prima, e, dopo, sul Presidente della Camera, Gianfranco Fini, infatti, hanno portato al centro del dibattito politico la libertà di espressione e di informazione in difesa della quale il Sindacato Nazionale Scrittori (CGIL) aderisce alla manifestazione di sabato, 19 settembre, e invita scrittori, poeti, intellettuali e autori a prendervi parte per far sentire, una volta di più, la propria voce di dissenso.

Dall’emergenza cultura all’emergenza democratica in difesa della libertà di espressione e di informazione.

Sabato 19 settembre, Piazza del Popolo, ore 16.00



0
Vote
Ti è piaciuto l'articolo “Dall’emergenza cultura all’emergenza democratica”?
Abbonati al feed RSS per seguirci articolo dopo articolo!

4 commenti su “Dall’emergenza cultura all’emergenza democratica”

  1. Ma come? La CGIL che difende quello che fino a poco tempo fa era l’organo di stampa della “chiesa che fa ingerenze” e quello che fino a poco tempo fa era “il fascista”? Sono messi male davvero. E non si accorgono che così facendo dimostrano soltanto che anche le loro azioni, alla fin fine, sono dettate da Silvio.

  2. Michele,
    la manifestazione è per la difesa della libertà di informazione ed espressione. Uno dei diritti-doveri di uno stato democratico.

    Certo che la CGIL difende “quello che fino a poco tempo fa era l’organo di stampa della _chiesa che fa ingerenze_”
    Intendi il quotidiano Avvenire e ti riferisci al suo direttore, dimessosi recentemente, immagino.

    “Sta messo male” chi non capisce che libertà di espressione e informazione significa libertà di tutti.
    Anche degli avversari politici, anche di chi non la pensa allo stesso modo. Direi soprattutto.

    La libertà è questa o non è.

    E se devo stare qui a spiegarti questo principio in un post, significa sì, ” che stiamo messi male” e che partecipare alla manifestazione del 19 settembre è un dovere.

    Ciao
    Elena

  3. Possiamo parlare in astratto finché vogliamo, ma rimane il fatto che CGIL, PD e altri a sinistra si sono messi a fare i paladini di giornali e persone che, siamo sinceri, non avrebbero *mai* difeso se un attacco alla libertà di stampa (vero o presunto, ma non divaghiamo) fosse venuto loro da altri. Ribadisco la mia opinione: alla fine Silvio detta anche le vostre azioni. Patetico.

  4. Michele,
    le tue argomentazioni (lo sono?) mi lasciano _afasica_.

    Cosa e come dovrei rispoderti?
    “le vostre azioni” scrivi. Di chi? Le mie? Le nostre? Di chi?

    Il punto è che l’attacco alla libertà di stampa, d’informazione ed espressione - e io non divago - è qui, ora, adesso e viene dal nostro Presidente del Consiglio. E’ un fatto. Quali altri avrebbero potuto sferrarlo? Dimmi. Argomenta, prego.

    Le mie azioni non sono dettate da nessuno. Nemmeno da te che mi dici che lo sono.

    Non hai risposto a quanto ho scritto. Hai usato parole ma non hai dato loro un senso. Questo sì, patetico.

    Credimi, mi dispiace dirtelo.

    Elena

Lascia il tuo commento su “Dall’emergenza cultura all’emergenza democratica”

`

Subscribe without commenting

`
 

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up