Forfettone 2008 - dubbi

Cari colleghi,
pensando e ripensando mi sono venuti dei dubbi…
E’ vero che il regime semplificato (cioè quello normale) prevede l’irap
ecc., ma prevede anche delle deduzioni per lavoro autonomo e un “no tax
area”. Con l’aiuto del prontuario imposte della GlobalLab

http://www.globallab.it/pit/calcola_imposte_2007.htm

mi sono calcolato le imposte che dovrò pagare per il 2007 . Ebbene, sono in
credito d’imposta perchè le ritenute d’acconto superano già così il totale
delle imposte da pagare, comprese anche l’irap e l’ire.
Considerando che le ritenute d’imposta sono del 20%, vuol dire che comunque
pagherei di più, non essendoci più la no tax area…
Mi sa che l’ora del suicidio di massa dei commercialisti non sia ancora
giunta…

Gyorgyi



0
Vote
Ti è piaciuto l'articolo “Forfettone 2008 - dubbi”?
Abbonati al feed RSS per seguirci articolo dopo articolo!

9 commenti su “Forfettone 2008 - dubbi”

  1. Giusto. Anch’io mi sono fatta due conti e mi sembra proprio una fregatura.

    Con numeri in mano e vari calcoli, in realtà vado a pagare di più e non posso scaricare il mio mutuo, le spese mediche e la bellissima tassa universitaria che attualmente a Firenze è di 2000EUR annui. :-))))))

    Barbara

  2. Cara Barbara,
    mi permetto di fare un’osservazione in merito a quanto hai scritto (senza però voler innescare una polemica): il nuovo sistema non è una fregatura, semplicemente non è conveniente per te.
    Credo sia giusto condividere le proprie considerazioni personali qualora si ritenga che possano tornare utili a persone con situazioni personali e professionali simili, ma sarebbe bene non cedere alla tentazione di dare giudizi universali perchè su questi temi risultano piuttosto superficiali. Come ha scritto la collega Laura tempo fa, una volta scambiateci tutte le informazioni in nostro possesso, sta poi a ognuno di noi valutare se conviene o meno applicare questo regime.
    A me conviene, a te no…ma è davvero utile che tutti sappiano che regime abbiamo deciso di adottare? Personalmente credo di no e personalmente credo che in lista dovrebbero trovare risposta i dubbi su informazioni oggettive in merito a questo “forfettone”, non le scelte finali di ognuno di noi…però questa è solo la mia opinione, scusate la parentesi.

    Buona giornata e buon lavoro,
    Francesca

  3. … e infatti la mia comm. mi ha detto che NON si può parlare genericamente di convenienza o meno. Ogni professionista è una figura a sé a seconda della sua situazione personale.

  4. Allora, questa mattina la mia commercialista mi ha quasi mandato a stendere dicendomi che devo lasciarle tempo per capirci. Poi ha precisato che secondo lei io non rientro perché fatturo all’estero, ma che mi farà sapere enntro i primi giorni di febbraio… Per me non ha capito un tubo. L’articolo che io appòlico per vendere traduzioni a committenti esteri è il N° 7 della legge IVA, sulla Legge dei Contribuenti Minimi si parla dell’8 e del 9. Ciao

    Leonardo

  5. Ciao Leonardo, la legge IVA è il DPR 633/72, l’articolo 7 è quello sulla territorialità dell’imposta, gli articoli citati nella Finanziaria invece sono quelli (stesso DPR) che definiscono le ‘cessioni all’esportazione’.
    Diciamo che *secondo la lettera della legge (Finanziaria)* rientriamo nel forfettone (NON si cita l’art. 7). Se si va a vedere il DPR 633/72 invece un dubbio di interpretazione potrebbe anche sorgere (per via della territorialità dell’imposta).
    Io non so se aderirò, perlomeno per quest’anno, perchè non so se mi conviene, e comunque mi atterrò a quel che dice la commercialista, certe dritte me le ha date lei, chiarire certe cose è il suo mestiere, mica il mio ;-)

  6. (p.s. la mia commercialista comunque è certa che le cessioni all’esportazione non riguardino i traduttori. L’art. 9 che potrebbe essere dubbio rimanda alla legge doganale, che non riguarda noi traduttori e interpreti.)

  7. Ciao a tutti,
    dal Sole 24 ore emerge la certezza (almeno per me) che la RA viene applicata anche in questo regime, e che visto che il reddito finale cui sarà applicata l’imposta sarà minore, così “si creeranno dei crediti d’imposta difficilmente recuperabili”.

    Qualcuno mi sa spiegare perché difficilmente? :(

    A presto

    Alice

  8. Ciao Alice, a quel che ho capito io saranno difficilmente recuperabili perchè se hai una cassa pensioni separata non sarà possibile detrarre l’INPS dal credsito d’imposta, diversamente se si rientra nella gestione separata la detrazione dal credsito d’imposta sarà possibile.
    Però potrei aver capito male, magari qualcuno più ferrato di me saprà farci capire meglio.

  9. Cari amici, personalmente ritengo che il forfettone sia un regime ottimo per chi esercita una professione come secondo lavoro.
    A conti fatti per chi ha volumi d’affari attorno ai ventimila non credo convenga.Infatti l’imposta del 20% è sostitutiva e quindi non esistono detrazioni!!!!Inoltre tengo a precisare che le persone che hanno un volume d’affari piccolo normalemente gia’ non pagavano l’IRAP essendo sprovvisti di una autonoma organizzazione di mezzi.
    Per molti insomma ritengo fosse piu’ conveniente il regime dei “marginali”.Avrebbero dovuto introdurre una qualche “clausola di salvaguardio” o come la chiamano.Qualcuno sa dirmi se esiste?
    Inoltre mi risulta che l’Agenzia delle entrate tiene la contabilità solo a chi aderisce al forfettone (prima ai soli marginali).E’ un disastro insomma per chi ha solo un reddito da lavoro autonomo non alto e/o un pochetto di reddito di lavoro autonomo ed un reddito di lavoro dipendente o assimilato che non arriva alla no-tax.
    Saluti.
    P.s.:se qualcuno volesse smentire quello che scrivo lo faccia…mi consolerebbe sapere che una volta tanto il governo di centro sinistra non ha applicato la politica del massacro fiscale.

Lascia il tuo commento su “Forfettone 2008 - dubbi”

`

Subscribe without commenting

`

Related Posts

 

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up