Traduzioni: proposta di posto fisso part-time

Impiego fisso part-time per traduttore

Oggi ho ricevuto un’offerta di lavoro alquanto singolare.

Mi si offre un part-time a scelta fra 12 e 20 ore settimanali (suddivise in 4 ore giornaliere), con un compenso fisso complessivamente di rispettivamente 480 e 840 Euro mensili, più IVA. La produttività attesa in 4 ore giornaliere è di 10 cartelle. Per traduttori residenti in Italia si potrebbe anche valutare l’assunzione.

Per me, che ho quasi 20 anni di esperienza alle spalle, 10 cartelle in 4 ore sono utopia, sono possibili solo in casi rari di argomenti triti e ritriti e il compenso è a dire il vero scandaloso. Facendo un rapido calcolo, in questo modo offrono circa 4,20 Euro lordi a cartella prodotta nel caso delle 20 ore settimanali, 4,00 Euro tondi invece nel caso delle 12 ore settimanali.

So che per molti potrebbe essere allettante un compenso mensile fisso, ma a queste condizioni?

Petra Haag



7
Vote
Ti è piaciuto l'articolo “Traduzioni: proposta di posto fisso part-time”?
Abbonati al feed RSS per seguirci articolo dopo articolo!

7 commenti su “Traduzioni: proposta di posto fisso part-time”

  1. 10 cartelle in 4 ore fanno 2,5 cartelle all’ora, a 4,20 a cartella fanno 10,50 lordi l’ora. così, a naso, direi che conviene andare a fare le pulizie in un paio di appartamenti al giorno. a queste condizioni non solo non è più faticoso, ma è anche molto più dignitoso.

  2. @Valentina: Certo, concordo. Sempre se arrivi a fare le fatidiche 2,5 cartelle all’ora!

  3. …Mi piacerebbe molto conoscere il nome di quest’agenzia! (Italiana, naturalmente, vero??)

  4. @Anna Rita: Italianissima, ma non faccio nomi.

  5. Diventa fondamentale lavorare sul VALORE del nostro mestiere; la cultura materialista che ci circonda è a totale discapito del capitale intellettuale del quale tanto si parla. Eppure: due sono le cose. O si lascia il bel paese o si decide di cambiarlo noi. Come. Portando un respiro internazionale, stando con la testa aldilà dei confini e con i piedi dentro casa. Come il pittogramma cinese che significa DINAMICO e che include appunto, due zampe a terra e due ali che prendono il volo.

    facciamolo, tutti insieme, maria abatino

  6. @Maria: Sono d’accordissima con te. Lavorare sul valore non solo del nostro mestiere ma anche sul valore di molte altre cose è fondamentale. Faticoso, ma fondamentale. Sempre più difficile, proprio per il mondo che ci circonda, ma fondamentale. Parola di traduttrice, ma anche di mamma di tre figli cresciuti proprio in questo respiro internazionale.

  7. Mah!
    Lascia stare o vuoi diventare cieca, rimbambita e scoraggiata?
    Al momento faccio sui €12/cartella e mi sembrano una miseria.
    Chiedere una produttività così elevata è controproducente per tutti.
    A causa di persone come queste, che purtroppo sono la normalità, abbiamo una qualità delle traduzioni (ad es. di siti) Italiani che è a dir poco scandalosa.
    Anche alcune aziende “serie” sono troppo interessati ai volumi a scapito della qualità o persino la comprensibilità di un lavoro.
    Bisogna fare un sindacato per i traduttori serio e un contratto collettivo nazionale. Vi si stabiliscono compensi minimi, termini di pagamento e sanzioni in caso di inadempimento.
    Ci si accede per esperienza, talento o qualifica.
    Così le aziende sono più selettive, migliora la qualità generale e il lavoro del traduttore assicura un vero boost per l’economia di questo paese.
    Ma continuo a sognare….
    Buon lavoro a tutti!

    Tra l’altro

Lascia il tuo commento su “Traduzioni: proposta di posto fisso part-time”

`

Subscribe without commenting

`
 

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up